Lombalgia

Hai dolore alla schiena?

E’ un sintomo molto diffuso e spesso non affrontato nel modo giusto

I nostri  Fisioterapisti ti possono  sicuramente essere utile per migliorare e tornare a star bene.

 Esistono almeno 200 cause differenti di Mal di schiena. Le 2 differenziazioni fondamentali sono:

mal di schiena di origine ortopedica, dovuti ad una  lesione o malfunzionamento delle strutture discali, ossee, articolari, nervose o muscolari;

lombalgia di origine non ortopedica.

In quest’ultima categoria dobbiamo citare  citare il  Mal di schiena di origine renale e il Mal di schiena che origina dagli organi genitali femminili. In alcuni casi può essere anche di origine intestinale

 

Il mal di schiena di origine ortopedica

Non sempre il dolore significa danno tissutale per cui non bisogna avere per forza un’ernia del disco per avere mal di schiena.

Numerosi studi e ricerche che tutti i pazienti che soffrono di Lombalgia hanno un movimento alterato e supportano l’ipotesi che sia proprio questo all’origine del disturbo. Anche in assenza di dolore e con lombalgia cronica tendonona permanere movimenti errati.

I muscoli stabilizzatori hanno il compito di sostenere la colonna e possono essere paragonati alle fondamenta di un palazzo. Questi sono dei muscoli che hanno la funzione di stabilizzare la colonna vertebrale durante i movimento

In mancaza di fondamenta solide la struttura  perde l’equilibrio e il carico va a  gravare tutto su alcune strutture portandole a logorare nel tempo. Allo stesso modo si è osservato che nelle persone sofferenti di Lombalgia questi muscoli o funzionano meno, o si attivano in ritardo, o nei casi più gravi non si attivano per niente durante i movimenti del corpo, determinando l’usura di alcune strutture tra cui i dischi intervertebrali.

In questa ottica possiamo dire che le ernie discali sono vittime di un sistema biomeccanico alterato. Il vero colpevole è il movimento alterato e non controllato.  Importante dunque una valutazione degli stessi che predisponga poi ad una rieducazione tramite esercizi

 specifici di Fisioterapia e non esercizi comuni da palestra.

Importante è la presenza e la continua valutazione del fisioterapista

 Gli esercizi devo essere eseguiti con una progressione precisa, partendo da esercizi basilari di contrazione fino ad arrivare ad esercizi funzionali alla vita quotidiana ed abitudini della persona.

 

Il ciclo terapeutico finisce quando il paziente dimostra l’acquisizione del nuovo schema di movimento.

Acquisita l’utilizzobl dei muscoli stabilizzatori si può iniziare il training di recupero del rapporto lunghezza/forza degli altri muscoli che servono a bilanciare il movimento.

 

Durante la fase acuta della lombalgia possono essere utilizzate terapie fisiche quali tecar terapia, laser terapia, frems therapy

RISOLVI SUBITO IL TUO PROBLEMA

Prenota la tua visita specialistica

Consenso Privacy

Contattaci tramite WhatsApp
Invia tramite WhatsApp