Terapia Manuale

Cos’è la Terapia Manuale?

La terapia manuale è una  branca della medicina moderna,  nata nella prima metà dello scorso secolo in Inghilterra con James Mennell per svilupparsi poi attraverso figure come Cyriax, Kaltenborn, Grieve, Bienfait, Maitland, McKenzie e Mulligan, solo per citarne alcuni.

Nel corso della sua evoluzione si è imposta come modello scientifico internazionale, rappresentando un’area specialistica della fisioterapia indirizzata alla gestione delle problematiche neuro-muscoloscheletriche

I fisioterapisti utilizzano la terapia manuale per trattare i disturbi muscolo-scheletrici e neurologici. La terapia si basa su tre idee principali: 1- I fisioterapisti esaminano e valutano le capacità funzionali dei pazienti sulla base di analisi cliniche e competenze. Questo aiuta a individuare i problemi e le conseguenti ripercussioni sulla vita quotidiana. 2- Attraverso valutazioni e indagini fisiche, i fisioterapisti possono individuare il problema e la sua origine. La terapia manuale e gli esercizi vengono applicati ai pazienti che hanno subito lesioni fisiche.

Ricerca ed evidenze scientifiche ne determinano la comprovata utilità e rendimento nella gestione del Paziente con la terapia manuale.

Priva di “zone d’ ombra”  è in continua evoluzione tramite un aggiornamento costante.

L’approccio di questa disciplina non si riduce a un semplice catalogo di tecniche, ma tende a enfatizzare la valutazione tramite i migliori test ortopedici per la diagnosi delle problematiche dei soggetti che si affidano al fisioterapista ed esame funzionale atti  allo sviluppo del ragionamento clinico, per impostare una futura pianificazione di intervento. Stabilite le indicazioni ed escluse le controindicazioni alla presa in carico del paziente, definiti gli obiettivi, le modalità e i tempi di un progetto terapeutico adeguato si può trattare il Paziente.

 

La terapia manuale è preziosa per identificare sintomi e disfunzioni in modo da poterli correggere. È molto efficace per ridurre il dolore, aumentare la flessibilità di articolazioni e muscoli e ridurre al minimo il pericolo di lesioni durante il movimento.

Con la terapia manuale vengono trattate anche articolazioni come la spalla, il ginocchio e l’anca, anche se le disfunzioni della colonna vertebrale sono il suo uso più comune. Oltre alla fisioterapia, all’idrochinesiterapia e alla Tecarterapia, ad esempio, viene ottimizzata combinandola con altri metodi terapeutici.

Prenota la tua visita specialistica

Consenso Privacy

RISOLVI SUBITO IL TUO PROBLEMA

Contattaci tramite WhatsApp
Invia tramite WhatsApp