fbpx

Urologia e Andrologia

Di cosa si occupa l’Urologo?

L’urologo diagnostica e cura le malattie dell’apparato urinario, sia maschile che femminile, e dell’apparato riproduttivo maschile. Per raggiungere questo obiettivo si avvale di competenze sia chirurgiche che di medicina interna, pediatria e ginecologia.

L’urologo conosce bene l’anatomia e il funzionamento dell’apparato urinario (reni, ureteri, vescica e uretra), nonché l’anatomia e il funzionamento di testicoli, epididimo, vasi deferenti, vescicole seminali, prostata e pene. Inoltre, sono esperti nell’identificare e trattare i problemi dell’apparato urinario (incontinenza urinaria, cancro ai reni, ecc.) e dell’apparato genitale maschile (cancro ai testicoli, disfunzione erettile, ecc.).

Cos’è l’Urologia?

L’urologia è una specialità chirurgica che si occupa della salute delle vie urinarie maschili e femminili e degli organi riproduttivi maschili, 

Quali sono le patologie trattate dall’Urologo?

Quando chiedere appuntamento con l’Urologo?

Non è necessario aspettare di avere un problema. Una visita urologica di screening può aiutare a prevenire disturbi agli organi genitali e proteggere la sfera sessuale. Per questo si consiglia una visita durante la pubertà e una ogni 1-3 anni a partire dai 40 anni.
Un giovane uomo dovrebbe invece rivolgersi all’urologo ogni qualvolta abbia a che fare con pruriti, dolori, arrossamenti o macchie sui genitali o altri sintomi che possono far sospettare la presenza di un problema ai genitali.
In caso di problemi alle vie urinarie, sia uomini che donne dovrebbero invece rivolgersi all’urologo in caso di infezioni ricorrenti (con una frequenza superiori a 3 volte all’anno) o i cui sintomi non scompaiono entro 24-48 ore dall’assunzione di antibiotici, in caso di dolore costante alla vescica, di bruciori e di necessità di urinare spesso senza che ci siano i sintomi di una cistite.

 Un esame urologico può, in realtà, prevenire le malattie degli organi genitali e proteggere la sessualità. Di conseguenza, un urologo dovrebbe essere consultato all’età di 40 anni e ogni 1-3 anni durante l’adolescenza. Un giovane uomo dovrebbe rivolgersi a un urologo ogni volta che avverte prurito, dolore, arrossamento o sanguinamento sul pene o altri sintomi che potrebbero segnalare un problema genitale.

Se una persona ha infezioni ricorrenti del tratto urinario (che si verificano più di tre volte all’anno) o se i sintomi non scompaiono dopo l’assunzione di antibiotici per un periodo di 24 ore o più, dovrebbe rivolgersi a un urologo. In caso di fastidio costante alla vescica, bruciore e necessità di urinare frequentemente senza i sintomi della cistite, è necessario rivolgersi a un urologo.

Professor Simeone Claudio

Urologo

  • Laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Milano
  • Specializzato in Urologia presso l’Università degli Studi Milano.

Martino Dott. Lorenzo

Urologo

  • Laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Messina
  • Specializzato in Urologia presso l’Università degli Studi Magna Graecia di Catanzaro.

RISOLVI SUBITO IL TUO PROBLEMA

Prenota la tua visita specialistica

Consenso Privacy

Contattaci tramite WhatsApp
Invia tramite WhatsApp